1

La settimana dal 25 aprile all’1 maggio, per il Team Hanuman è stata una settimana da incorniciare. Abbiamo preso parte a tre eventi, il 25 ci siamo presentati presso il palazzetto dello sport di San Pietro al Tanagro (Sa) per partecipare al Campionato Italiano di Pankration F.I.PK. con quattro atleti, Fraire Davide per la specialità Agon (full contact – m.m.a.), Bello Giuliano per la specialità Kato-Pankration (lotta), Kowalska Adriana per la specialità Agon (full contact – m.m.a.) e Matteis Stefano per la specialità Kato-Pankration (lotta), da sottolineare che Kowalska e Matteis erano esordienti come agonisti. Al termine di detta manifestazione abbiamo portato a casa due ori con Fraire e Kowalska e due bronzi con Bello e Matteis. Il 30 di Maggio tre nostri atleti hanno partecipato al Potenza Combat Event che quest’anno era in concomitanza con la maratona marziale della W.T.K.A., dei tre……Iannaccone Massimo e Bello Giuliano hanno partecipato alla competizione del grappling-submission  conquistando entrambi la finale nella stessa categoria, giocandosi così in casa l’oro e l’argento (per me entrambi oro), per dovere di cronaca l’oro è andato a Iannaccone, mentre Fraire Davide ha combattuto nelle m.m.a. conquistando dopo due match conclusi per submission, l’oro. Infine come ciliegina sulla torta, l’1 Maggio abbiamo partecipato con l’atleta Pastore Carmine, al suo debutto come semi-pro, allo Slam FC 10 di Firenze, tra i tornei più datati ed importanti di m.m.a. in Italia, da dove sono passati quasi tutti i più grandi fighter d’Italia. Carmine ha liquidato la pratica dopo solo 2 min e 36 sec dall’inizio del primo raund con una submission (Mata Leão) confermando in pieno tutto quello che di buono fino ad oggi ha fatto vedere. Per Carmine non ci sono parole, merita tutto quello che ha conquistato in queste due stagioni, il duro lavoro, costante, meticoloso e soprattutto svolto seriamente, alla fine ha ripagato. Che dire ancora……..per me che scrivo e sono l’allenatore di questi ragazzi, è un enorme soddisfazione vedere il proprio lavoro e le proprie idee prendere forma ed avere ragione della metodologia applicata in questi anni, non ha prezzo. Ma fatemi essere orgoglioso soprattutto di una cosa, che secondo me va al di là dei risultati sportivi, va al di là delle medaglie, ed è la consapevolezza dell’unione di questi ragazzi, pensate alcuni di loro si sono fatti ben 1000 Km  in un giorno, affrontando onerose spese di viaggio e d’ingresso alla manifestazione per essere al fianco del loro compagno di allenamento………..questo è vero sport. Vi saluto e vi auguro un buon allenamento…….ossss