FB_IMG_1514725319327Venerdì 29 Dicembre si è tenuto presso la nostra sede,  palestra Freedom 2, il consueto incontro mensile con il nostro Mestre Bacci Dario. La lezione si è basata sulla presa di schiena ed in particolare si è analizzato la finalizzazione “arco e freccia”, con numerose varianti. Ciò che a reso la serata ancor più interessante è stata la promozione a ben 4 cinture blu : Iannaccone Carmine, Freda Pasquale, Alpino Patrizio e Fraire Davide. Come già fatto sui social voglio spendere qualche parola per ognuno di loro; Iannaccone Carmine, ricorda molto la mia progressione nelle arti marziali, dopo anni dedicati allo striking per aumentare le sue competenze soprattutto in relazione alle MMA si è rimeasso in gioco alla sua tenera età, dimostrando una grande passione per i nostri sport, provandosi in numerose gare di bjj e portando a casa delle vittorie importanti, come il Roma Challenge e soprattutto il Campionato Italiano tenuto a Giugno a Firenze. Freda Pasquale, il “vecchietto” del gruppo, un ragazzo che è mancato in questi anni poche volte, ha dimostrato che quando si vuole qualcosa alla fine lo si raggiunge, forse ci ha messo qualche annetto in più, ma questo dimostra soprattutto la sua caparbietà, la sua passione. Alpino Patrizio, il nostro tatuatore, un ragazzo molto talentuoso, frenato dal suo lavoro, non ostante non abbia potuto allenarsi con continuità in questi anni, è riuscito sempre a districarsi bene anche nelle competizioni strappando qualche podio e mettendo in luce le sue pecularietà. Fraire Davide, un atleta da grandi numeri, abbiamo lavorato molto e stiamo lavorando molto sulla sua testa, il vero problema di ogni atleta, ma, ad oggi, abbiamo ottenuto dei grandi miglioramenti, è talentuoso ed è forte, aumentando il lavoro non può che migliorare e togliersi grandi soddisfazioni. Chiudo questo articolo mettendo in risalto questa disciplina, il……….Brazilian Jiu Jitsu……..la sua affermazione a livello mondiale come disciplina singola e come disciplina indispensabile per chi lotta nelle MMA, è dovuta proprio dalla metotologia per il conseguimento delle cinture, non ci sono e non ci dovranno essere gli esami, non commercializzando il passaggio di grado si riesce a mantenere il livello molto anno, quando per una cintura mediamente ci vogliono 2,3, 4 anni, alla fine si ottiene l’effetto disiderato, l’efficacia di tutto quello che si è studiato, lo si mette poi in pratica sul tatami in allenamento e soprattutto nelle competizioni. Con questo vi lascio…….buon allenamento a tutti