Domenica 30 giugno si è svoltIMG_20190630_181306FB_IMG_1561913779193o presso l’Heaven Fight Arena il consueto raduno annuale Budo Clan. La nostra famiglia Marziale è in netta crescita, non solo numericamente ma soprattutto sotto l’aspetto qualitativo. Erano presenti delle delegazioni provenienti da tutta Italia e da Innsbruck, per un totale di circa 180 praticanti. Questa data, questo raduno per noi di Budo Clan Avellino e per me che scrivo questo articolo (IMBIMBO Roberto), rimarrà negli annali del Team, e nella storia di questo sport per la città di Avellino. Dopo Circa nove anni di assidua pratica marziale ed agonistica sportiva mi è stata conferita la cintura nera, prima cintura nera di Brazilian Jiu Jitsu ad Avellino e provincia. L’emozione è indescrivibile, il sottoscritto ha conseguito già nel 2009 il prajet rosso (equivalente alla cintura nera) di Muay Thai, ma solo chi pratica bjj può capire l’estrema difficoltà di un percorso pieno di insidee, fino al raggiungimento di questo ambito traguardo, che all’inizio può sembrare per molti, ed in parte lo è, irraggiungibile. Dissipata solo un pò di emozione, ora è mio compito esprimere dei ringraziamenti, in particolare per tre persone che sono state, ognuno a modo suo, fondamentali per il raggiungimento di questo traguardo. Iniziamo con colui che mi ha fatto conoscere questa disciplina e me ne ha fatto innamorare, il Maestro Marco Galzenati, con lui ho condiviso quasi ogni giorno per circa due anni il tatami, mi ha saputo condurre fino al raggiungimento della cintura blu, poi purtroppo come gli addetti ai lavori sapranno ci ha lasciato tutti nell’agosto del 2012, senza di lui forse, non starei scrivendo questo articolo. Per me è stato un grosso smacco, ma ormai ero deciso a continuare, avevo capito le grandi potenzialità di questo sport, e così nella testa mi è balenato un nome di cui il maestro Galzenati, durante una lezione mi aveva parlato, il Maestro Dario Bacci. Di punto in bianco ho preso la decisione di contattarlo, ricordo bene quella telefonata, il Maestro stava scendendo dall’aereo, era appena rientarto dal Brasile, così senza perdere tempo mi diede appuntamento per il primo incontro. Per chi non lo avesse capito il Maestro Bacci è la seconda figura fondamentale del mio percorso, mi ha accettao nel suo Team facendomi sentire subito a mio agio, mi ha trattato sin dal primo giorno come un suo allievo di vecchia data. Negli anni come dovrebbe succedere, Dario per me è diventato non solo il Maestro, ma l’amico, il confidente, una spalla su cui contare in qualsiasi momento, è stato consigliere e soprattutto un punto di riferimento. Guardando indietro non saprei più come poter affrontare questo percorso senza il suo supporto che da oggi sarà ancora più prezioso, perchè la cintura nera non è un puto di arrivo, ma l’inizio di una nuova dimensione, ancor più carica di responasbilità. Il terzo ed ultimo ringraziamento va senza alcun  dubbio ad un mio allievo, almeno il nostro rapporto all’inizio è iniziato così. Negli anni posso tranquillamente affermare che è diventato per me il migliore amico, parlo di Massimo Iannaccone, ricordo che all’inizio tornato da Napoli dopo essermi allenato con il Maestro Galzenati, mi allenavo nel garage con il sacco, annodavo la cintura al sacco e usavo i due lembi come se fossero due braccia, provando per ore armlock, kimure,ecc.. . Allora insegnavo già il Muay thai, e chiesi a Massimo di provare con me questa disciplina, sempre nel mio garage. Era molto titubante, ma lo convinsi e alla fine comprò il kimono, da allora anche per lui il bjj è diventato un punto fermo, uno stile di vita, insieme abbiamo trascinato sempre più ragazzi in palestra, è il mio motivatore personale e soprattutto il motivatore dei ragazzi, ha tanta grinta da vendere, una persona leale che sarà sempre al mio fianco e di cui ora non posso più fare a meno. Ho cercato di essere molto breve, ma non potevo esimermi dallo scrivere queste poche righe per cercare di far comprendere anche hai neofiti l’importanza del traguardo raggiunto, spero che tutti sulla loro strada trovino persone eccezzionali come lo è stato per me, che alimentino la vostra passione e vi portino al raggiungimento dei vostri traguardi. Buo allenamento a tutti