IMG_20160515_173555Domenica 15 maggio si è tunuto presso il Palabarbuto di Napoli il bjj Napoli Challenge 2016. Per la nostra associazione hanno lottato  5 atleti portando a casa degli ottimi risultati. Il primo a scendere sul tatami è stato Pastore Carmine, all’esordio in una competizione di brazilian jiu jitsu. Ormai come di consueto l’ottimo Carmine ci ha abituato ad ottime performance ed anche in questo caso non ha deluso le aspettative, ha vinto due incontri in modo molto convincente e purtroppo si è dovuto fermare alla semifinale perdendo contro un ottimo atleta e portando a casa così un bronzo. Il secondo atleta è stato Bello Giuliano, il primo incontro lo ha starvinto per 11 a 2 dimostrando una tecnica sopraffine, purtroppo nel secondo match, a 9 secondi dal termine e quando era in vantaggio per 3 a 0, è stato squalificato essendo stato richiamato  ben quattro volte per passività. Il terzo è stato il rientro in gara dopo due anni di Freda Pasquale che si è fermato alla finale anche e soprattutto per colpa di piccoli infortuni occorsi durante il match, ma lo stesso ha portato a casa un ottimo argento. Il quarto atleta è stato Pisacane Bruno, si è tolto la soddisfazione di battere in semifinale, 7 a 0 un atleta con cui l’anno prima aveva perso,  poi però si è trovato in finale dinanzi ad un atleta molto forte soprattutto fisicamente, un così detto “torello” e ha perso ai punti guadagnando anch’egli l’argento. L’ultimo a scendere sul tatami è stato Imbimbo Roberto, il quale ha vinto la semifinale per un vantaggio, ma non ha potuto disputare la finale, in quando durante quest’ultima ha riportato una forte distorsione al polso della mano sinistra, regalando così al suo avversario l’oro senza opporre resistenza e guadagnandosi l’ennesimo argento. Alla fine possiamo cocludere che questa esperienza è stata molto positiva, non tanto per le medaglie, ma soprattutto per come tutti i ragazzi hanno affrontato l’impegno, lottando da veri jiujiteiri, vincendo e convincendo in modo molto tecnicnico e non di sola forzan come molte volte in questo sport avviene. In questi incontri si sono visti degli ottimi passaggi,  questa che stiamo percorrendo è la giusta direzione, certo il lavoro da fare è sempre tanto e ne sarà sempre tanto, ma l’importante e lavorare a testa bassa, in modo costante  e con la serietà che contraddistingue questo gruppo. Solo così lavorando e gareggiando continuamente si può arrivare ad un risultato, ad i risultati. Porgendo di nuovo i miei più sentiti complimenti ai ragazzi dell’a.s.d. Hanuman vi saluto e vi auguro un buon jiu jitsu a tutti.